top of page
  • Immagine del redattoreG.M.

Sconfiggere l'Epicondilite


L'epicondilite, comunemente conosciuta come sindrome del tennista, è una condizione dolorosa che può colpire non solo i tennisti, ma anche chiunque pratichi attività che coinvolgono movimenti ripetitivi del braccio e del polso. Fortunatamente, con l'approccio terapeutico specializzato del Dott. Fusco, è possibile superare questa condizione e tornare a godere di un movimento libero e privo di dolore. Oggi esploreremo cosa causa l'epicondilite, chi colpisce e come può essere curata attraverso la visita ortopedica e le varie terapie offerte dal Dott. Fusco.


Comprendere l'Epicondilite:

L'epicondilite è una condizione caratterizzata dall'infiammazione dei tendini che si attaccano alla parte esterna del gomito, causando dolore e sensibilità. Sebbene sia comunemente associata al tennis, può colpire chiunque pratichi attività che coinvolgono movimenti ripetitivi del braccio, come il sollevamento pesi, il lavoro manuale o persino l'uso eccessivo del mouse del computer.


Chi Colpisce:

L'epicondilite può interessare persone di tutte le età e livelli di fitness. È particolarmente comune tra gli atleti che praticano sport che richiedono movimenti ripetitivi del braccio, come il tennis, il golf e il baseball. Tuttavia, anche coloro che lavorano in professioni che coinvolgono movimenti manuali ripetitivi, come i muratori o gli idraulici, sono a rischio di sviluppare questa condizione.


Come Curarla:

La cura dell'epicondilite richiede un approccio mirato e personalizzato, che il Dott. Fusco offre attraverso la sua visita ortopedica e le varie terapie disponibili. Il processo di cura può includere:


1. Valutazione Ortopedica: Il Dott. Fusco esegue una valutazione approfondita per comprendere la gravità della condizione e identificare le cause sottostanti.

2. Terapie Conservative: Queste possono includere riposo, ghiaccio, terapia fisica per migliorare la flessibilità e la forza muscolare, e l'utilizzo di ortesi per ridurre lo stress sulla zona interessata.

3. Infiltrazioni: In alcuni casi, possono essere somministrate infiltrazioni di ozono e antinfiammatori direttamente nella zona colpita per ridurre l'infiammazione e il dolore.


Se state lottando con l'epicondilite, non rinunciate alla speranza. Con l'aiuto dell'approccio terapeutico specializzato del Dott. Fusco, è possibile superare questa condizione e tornare a una vita attiva e senza dolore. Contattate il Dott. Fusco oggi stesso per iniziare il vostro percorso verso la guarigione e il benessere.



19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page