top of page
  • Immagine del redattoreG.M.

I Ritmi Circadiani: scopri come stare meglio!


Il corpo umano rappresenta una straordinaria macchina, tuttavia estremamente intricata. Ogni anno, scienziati e ricercatori scoprono nuovi dettagli sui meccanismi fisiologici e biochimici che regolano il funzionamento del corpo umano. È noto che il corpo segue dei precisi ritmi circadiani, influenzati dalla secrezione di ormoni e neuromediatori.


Il ciclo giorno-notte, da sempre regolato dal sorgere e dal tramontare del sole, ha influenzato il nostro ciclo sonno-veglia fino all'avvento dell'illuminazione artificiale. Questi ritmi circadiani, che guidano la secrezione di ormoni e neuromediatori, sono essenziali per il corretto funzionamento delle funzioni metaboliche di costruzione e demolizione tissutale.


Il progresso tecnologico ci ha emancipato dai ritmi naturali, permettendoci di adattarci ai ritmi della produzione industriale e della società moderna. Tuttavia, questo distacco ha portato a conseguenze negative sulla salute, con manifestazioni sintomatiche che possono evolvere in patologie croniche degenerative.


È difficile, se non impossibile, ritornare completamente ai ritmi circadiani, specialmente per quanto riguarda il sonno e l'attività fisica. Tuttavia, è possibile adottare un'alimentazione circadiana, apportando notevoli benefici alla salute psicofisica, riducendo lo stress e migliorando l'energia disponibile. Questo tipo di alimentazione favorisce anche la composizione corporea, riducendo il grasso totale e quello viscerale.


Il dottore Fusco, in seguito alla visita medica, elabora un protocollo idrico nutrizionale personalizzato in base alle esigenze e patologie del paziente per aiutarlo a ristabilire i suoi ritmi circadiani naturali e di conseguenza a stare meglio ritornando in equilibrio col suo corpo.


Per scoprire le metodologie applicate dal dottore Fusco per raggiungere questi risultati, ti invitiamo a contattarci per fissare un appuntamento.



81 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page